7 gennaio 2016

HO MANGIATO UNA PIZZA FANTASTICA ma non ti dirò mai dove!

presa in giroChiunque metta passione e creatività nel proprio lavoro, e lo faccia conoscere attraverso i social network, vede in continuazione passare davanti agli occhi le proprie opere spacciate come se fossero di qualcun altro, con la firma o il marchio dimenticato volutamente o cancellato. E’ la normalità, purtroppo, ed ho letto una volta che essere imitati è il segno certo di aver raggiunto il successo.

Nel mio caso, la passione per lo scrivere e quella che ritengo essere la mia Missione, cioè divulgare i temi che vivo quotidianamente nella mia crescita personale e nell’aiutare i miei clienti, trovano spazio nella pubblicazione di post quotidiani sulle mie pagine social. Spesso mi capita di vedere le mie stesse parole copiate da qualcun altro, con sotto un’infinità di commenti, ringraziamenti e “like“, che la persona in questione accoglie beatamente, come fosse davvero tutto farina del suo sacco.

Le immagini che creo vengono condivise, spesso, con l’omissione del link di riferimento, così da diffondere il messaggio ma non l’autore. La mia Missione di divulgazione si compie ugualmente, anche se chi fa così non si rende conto di cosa comporta ciò.

Questo atteggiamento è ampiamente diffuso da milioni di persone, a quanto pare, per quanto riguarda i loro argomenti preferiti.

Un tempo mi arrabbiavo, ora non più, anche se continuo a ritenere che ognuno deve prendersi la responsabilità di quello che fa, di quello che dice e di quello che scrive e, per questo, continuo e continuerò sempre a firmare ciò che faccio.

Questo articolo di inizio anno non è, quindi, per lamentarmi di chi copia ed incolla senza pudore, ma, poichè parte della mia Missione è aumentare la Consapevolezza, l’intento è quello di far comprendere, a chi si comporta così, quello che sta creando nella propria Vita, in questo modo.

Innanzi tutto mi dispiace davvero tanto per chi “ruba” parole, immagini o suoni di altri, perchè migliaia e migliaia di volte ha già ingannato se stesso, credendo a chi gli ha detto o fatto sentire di non essere abbastanza, di non avere o di non essere niente di prezioso e di valore. Dover cercare attenzione e plauso copiando altri è un chiaro segnale della scarsa o nulla stima che si ha di se stessi e, purtroppo, così facendo si perpetua all’infinito la situazione. Migliaia di volte ancora rivivrai l’inganno quando qualcuno, che avrà visto o letto ciò che hai divulgato come tuo, si renderà conto che non sei davvero quello che sembravi essere e si allontanerà da te, irrimediabilmente deluso. Solo iniziando a credere in te puoi sciogliere questa terribile catena che ti lega al giudizio che hai interiorizzato rispetto a te stesso! Mi auguro che tu ti decida a trovare la strada che ti faccia scoprire le meraviglie celate nella tua Unicità!

Per quanto riguarda coloro che diffondono i post senza citare la fonte o cancellando i link da cui provengono, con la scusa di non fare pubblicità a chi sta già guadagnando una marea di soldi, e non merita certo di aumentare le proprie ricchezze, vorrei far presente che, chi svolge professioni di aiuto, ha raggiunto (credo e spero) i minimi storici per quanto riguarda il proprio compenso, e sta continuando ad aiutare in molti modi chi non ce la fa più, attraverso scambi, baratti, dilazioni di pagamento e sa il Cielo cos’altro.

Mentre ti fai un selfie con la lattina della tua bevanda preferita, o con le scarpe o la borsa o il giubbotto firmato, stai diffondendo ampiamente il marchio di svariate multinazionali, e di questo non ti preoccupi minimamente.

pizza-1081543_960_720Per quanto riguarda i tuoi amici, quelli a cui tieni, quelli con i quali hai l’amicizia sui social, ti stai comportando proprio così: “Guarda ho mangiato una pizza fantastica, ma non ti dirò mai dove!” Sai cosa ti dico, amico caro, quello a cui voglio tanto bene (e te lo scrivo tutti i giorni) tu continua pure a prendere fregature a destra e a manca, vai a mangiare quelle pizze orrende, imbottite di lievito chimico, che ti sfondano la pancia e che, dopo otto giorni, ancora stanno impestando di gas il tuo intestino.

Io, invece, ho scoperto delle parole o delle immagini che mi hanno colpito, e le ho condivise, proprio con te, ma non voglio farti sapere dove potresti, nel caso in cui tu avessi un problema, trovare un professionista serio, di quelli che scrivono la loro esperienza, la documentano, la comprovano ogni giorno. Preferisco che tu non sappia chi sia, e che continui a prendere fregature, da tanto che ti voglio bene! Ecco, questo è quello che stai facendo, e proprio ai tuoi amici, quando cerchi di evitare di diffondere chi sta dimostrando, con i fatti, la serietà del proprio lavoro.

A tutti quelli, invece, che credono che l’importante sia diffondere il Bene nell’Universo, con buona pace di chi dedica tempo ed  impegno per divulgare alcuni temi importanti, che lo facciano pure gratis e senza riconoscimento alcuno, voglio suggerire di non fare troppo i furbi, perchè l’Universo vede bene chi sta facendo davvero qualcosa e chi sta vivendo di rendita, e che l’unica strada possibile è quella di prendersi le proprie responsabilità personali, su questo pianeta.

E qui chiudo il primo articolo dell’anno, un anno che è iniziato (senza alcun fuoco d’artificio) davvero con il botto!!!

Auguri!!!!

ARTICOLI RECENTI

    Lascia un commento