L’energia sessuale è la più potente di tutte, e ne abbiamo più che in abbondanza.

Chiunque abbia dotato gli uomini di miliardi di spermatozoi e le donne di un ovulo al mese, è stato estremamente generoso, e non avrebbe mai creduto che ci saremmo inventati la monogamia, o l’obbligo di condividere tutta la vita con la stessa persona. Nel regno animale, a cui apparteniamo, il maschio tende ad inseminare più femmine possibile, e la femmina sceglie il più forte del branco per proteggere se stessa e la prole, e non esita a sostituirlo con un altro se questi si rivela troppo debole.

L’interesse primario dell’organismo umano, fin dalla sua apparizione sul pianeta, è stata la sopravvivenza della specie, ecco perchè, anche senza rendercene conto, siamo tutti superdotati di questa energia. Siamo orgogliosi di avere qualcosa in più rispetto agli animali, quindi utilizziamo la nostra ragione per fare scelte e prendere decisioni, che riteniamo molto più avanzate rispetto a quelle possibili ai nostri “fratelli minori”.

Peccato che ci siano alcune cose di cui non ci rendiamo conto.

“…il sesso gioca un ruolo enorme nel mantenimento della meccanicità della vita. Tutto ciò che fanno le persone è in relazione con il sesso: la politica, la religione, l’arte, il teatro, la musica, tutto è sesso. Credete voi che la gente vada in chiesa per pregare, o a teatro per vedere qualche nuova rappresentazione? No, questi non sono che dei pretesti. La cosa principale, a teatro, come in chiesa, è che si possono trovare delle donne e degli uomini. Ecco il centro di gravità di tutte le riunioni.  Che cosa è che conduce la gente nei caffè, nei ristoranti, alle feste di ogni sorta? Una cosa sola: il Sesso. Ecco la principale sorgente di energia di tutta la meccanicità. Tutto il sonno, tutta l’ipnosi, derivano dal sesso.” (*)

Ne sono ben consapevoli i creatori di messaggi pubblicitari o i massmedia, che nascondono il sesso dietro ogni immagine o frase o confezione o campagna di qualsiasi tipo…questa è l’energia che muove l’essere umano, molto più di qualunque altra, malgrado egli pensi di utilizzare il proprio intelletto ed autocontrollo.

L’energia sessuale, utilizzata per il sesso, svolge correttamente la sua funzione.

Ma troppe regole e norme sociali, più la noia e l’abitudine, fanno sì che sia molto poco praticato, rispetto alla quantità di energia che abbiamo a disposizione. E questa trova un altro modo per sfogarsi…

Tutta la foga messa nel difendere un’ideale o una causa; la logorroicità di alcuni; il parlare sempre sopra le righe, a voce alta e con veemenza; il bisogno di andare allo stadio e urlare o fare danni; la violenza gratuita; l’eccesso di lamentele, l’animosità, il livore, il rancore, e molto altro ancora, sono esempi di come tutta questa potente e passionale carica trova sbocco, non potendo manifestarsi nell’atto sessuale.

Troppi tabù, troppe paure di peccare ci sono state trasmesse, soprattutto qui in Italia, dove ha sede la Chiesa Cattolica. Chi viaggia e gira il mondo sa bene che, altrove, le cose sono diverse.

Nella spiritualità andina ed in quella orientale, nell’energia sessuale, con il suo enorme potere, è racchiusa non solo la possibilità di essere schiavo e manovrato in modo più o meno manifesto, ma anche la più elevata possibilità di realizzazione per l’essere umano. In entrambe le culture si parla di Sesso Sacro, perchè è attraverso l’unione del principio maschile e femminile che può nascere sia la vita, che l’accesso ad una dimensione superiore.

Nei templi greci e romani, così come nelle civiltà pre-cristiane, sono avvenuti riti sacri per millenni, prima che un essere che si crede “più evoluto” facesse rientrare tutto sotto la categoria dei riti pagani e proibiti.

Osservare la “presa” che hanno su di te alcuni messaggi, renderti conto di cosa ti muove, accorgerti di quanto sei più rilassato, tranquillo ed “in te” dopo aver fatto del buon sesso, sono tutti modi per diventare più consapevole.

Anche il ritrovarti scandalizzato di ciò che hai appena letto qui ti farà capire qualcosa di te.

Prova ad immaginarti mentre crei qualcosa di splendido e meraviglioso, dotato di una energia fantastica e, subito dopo, mentre inventi delle norme per proibirgli di utilizzarla nel modo giusto. Solo qualcuno di molto limitato si comporterebbe così…chi tutto può e tutto sa non farebbe mai uno scherzo del genere alle sue creature.

Riflettici un po’…

(*) P.D. Ouspensky, Frammenti di un insegnamento sconosciuto, ed. Astrolabio

ARTICOLI RECENTI