30 marzo 2014

L’ILLUSIONE COLLETTIVA E IL RISVEGLIO DELLA COSCIENZA

risveglioUn sogno fatto stanotte mi ha portata a farmi domande interessanti ed a chiedermi cosa mi impedisce ancora di far emergere del tutto la parte di me più vera e selvaggia.

Ieri sera ho visto parte del programma “Sesto Senso”, trasmesso da Rai Tre, durante il quale i Neuroscienziati hanno spiegato benissimo il funzionamento della mente conscia ed inconscia: il cervello, per evitare di essere travolto da una valanga di informazioni in entrata dai 5 sensi, seleziona, cancella e rende invisibili enormi parti del mondo, potendo gestirne pochissime per volta (ciò che in PNL chiamiamo i processi del cervello: Cancellazione, Distorsione e Generalizzazione).

Le conclusioni tratte del conduttore del programma sono state: “La coscienza potrebbe essere solo un’illusione collettiva” (che rimanda alla frase “La realtà non esiste”, che utilizziamo spesso in PNL) e “La nostra ragione ha poca influenza su ciò che facciamo e ciò che siamo”, poichè l’inconscio è pari a circa il 95% del totale.

E’ interessante per me notare come, in questi ultimi anni di sconvolgimenti, sia sulla terra (sismi, aumento della velocità di rotazione e spostamento dell’asse terrestre, disastri ambientali, etc.) che planetari (tempeste solari, meteoriti, fenomeni celesti…), la situazione sul pianeta stia cambiando velocemente e drasticamente, scardinando schemi e certezze, e molte coscienze si stiano (in diversi modi) risvegliando…

Sono circondata da persone che hanno intensificato le loro capacità percettive, hanno più intuizione, “sentono” maggiormente, “prevedono” diverse cose che puoi puntualmente accadono, sentono lo “stato” delle persone anche a distanza di chilometri, fanno sogni e ricevono immagini o sensazioni che sentono vere, pur non avendo una spiegazione logica.

Anche a me accade sempre più spesso di essere “connessa” con altre persone, che “sento” in modo particolare e che mi “sentono”, malgrado la distanza e la mancanza di contatti.

Tutto ciò avviene mentre l’illusione collettiva si sta facendo più forte, e la Matrix già esistente inventa sistemi sempre più tecnologicamente sofisticati per creare altri mondi virtuali dentro un mondo che è già virtuale in sè. La “connessione”, infatti, richiede un cavo ed una “rete”;  la coscienza, già di per sè dormiente, viene affascinata e avviluppata da giochi virtuali ed avatar, contatti creati tramite Internet, necessità continue di spese per videogiochi e lotterie che creano dipendenza ed assuefazione, etc. etc. etc…l’elenco sarebbe infinito…

Mentre quindi Matrix cerca di addormentare sempre di più, una parte degli abitanti del pianeta si sta riappropriando di abilità e poteri che già gli appartengono, poichè sono sempre stati usati, ad esempio, dagli aborigeni autraliani: telepatia, capacità di essere connessi a distanza di migliaia di chilometri, capacità di sopravvivenza innate (trovare acqua e cibo anche nel deserto…) e, soprattutto, contatto diretto con la Divinità, senza alcun bisogno di intermediari! Ciò che era “normale”, come riportato dai Libri Sacri, cioè avere un dialogo diretto con il cosiddetto “Al di là”, di cui avevamo dimenticato l’accesso, è tornato ad essere nelle nostre possibilità.

Poichè essere in contatto con la Divinità è esattamente ricevere messaggi dalla propria intuizione e sensitività, da qualcosa che sta dentro di noi!

Le persone che maggiormente avevano sviluppate queste capacità, nel corso dei secoli, hanno iniziato ad essere considerate maghi e streghe, ed ad essere bruciate sul rogo. Quelle ancora più capaci di andare oltre, cioè di materializzare qualcosa di straordinario e miracoloso (in quanto sconosciuto alle menti addormentate -pari a quel 5% di consapevolezza) sono state quasi tutte martirizzate ed uccise, salvo poi essere riconosciute Sante, qualche secolo dopo, dagli stessi che avevano osteggiato la loro opera, scacciandoli ed escludendoli dalla società.

Questa Epoca straordinaria, che abbiamo la fortuna di vivere (e non è un caso per noi essere nati in questa fase di trasformazione così importante) è stata definita da più parti come Epoca della Verità e della Consapevolezza.

Verità e Consapevolezza richiedono una apertura immensa verso ciò che non conosciamo, e la capacità di riconoscere la menzogna nascosta in ciò che sappiamo e che siamo, sia individualmente che collettivamente.

Ciò che è straordinario è che, oltre a dubitare di ciò che sai,  ora puoi permetterti di iniziare a credere vere cose che la tua mente riteneva impossibili. Se lo farai, ti si apriranno opportunità eccezionali e incredibili.

Il patrimonio immenso racchiuso nel tuo inconscio è ora raggiungibile, e potrebbe essere la tua maggiore ricchezza!

ARTICOLI RECENTI