In tempi di austerity è utile disfarsi di ciò che è di troppo.

Lao Tzu, nella saggezza millenaria del Tao te Ching, suggerisce: “Conosci ciò che è abbastanza, ed avrai sempre abbastanza.”

Uno dei pregi della maturità è che il superfluo perde quasi del tutto il suo fascino. Adornarsi di gioielli non serve più. Le mani si fanno notare per il risultato delle loro fatiche, la scollatura si impreziosisce per le braccia di chi la stringe a sè nelle coccole, i vestiti sono semplici e lineari, le scarpe comode, le borse enormi, ricolme di vita.

La mia casa si è ridotta di quattro quinti, ed a chi crede che che ciò mi dispiaccia faccio notare la leggerezza infinita che ne ho ricavato. Tutti gli oggetti a cui non tenevo li ho portati ai mercatini dell’usato, scoprendo un vero e proprio mondo: nonne con pensione minima che scelgono ogni giorno un giochino da 0,50 centesimi per i nipotini, adulti che comprano libri ad 1 ero ed utensili per la casa di ogni tipo.

Ho messo in vendita tutti i 500 e più romanzi che hanno accompagnato l’epoca in cui, anzichè vivere la mia vita, preferivo leggere le storie degli altri nei libri. Ora non mi servono più.

Durante il trasloco ho scoperto di avere ancora una enorme quantità di cose e, dopo aver ridotto della metà i vestiti, so di dover fare ancora una grande cernita.

Il buddismo pratica il “non attaccamento”, che è una delle cose più importanti da imparare.

L’attaccamento alle cose, forse, è il più facile da sradicare.

Per “staccarci” dalle persone negative, e da quelle che ci succhiano energia, bisogna aver imparato a rispettare se stessi, ed a capire ciò che ci nutre e ciò che ci intossica. La verità è che nessuno ci obbliga a frequentarle o ci impedisce di prenderle a piccolissime dosi.

Un intero capitolo meritano, però, tutte le situazioni che teniamo in piedi solo per senso del dovere, o per evitare di sentirci in colpa, o perchè ci hanno insegnato che è giusto così, che sono, in realtà, le zavorre più pesanti. Non ci si può sbarazzare di queste cose mettendole in vendita su Ebay, in questo caso serve un lavoro più accurato.

Sempre che lo si voglia fare.

Perchè spesso queste sono le cose che hanno dato un senso a tutta la nostra vita, e verremmo meno a tutta la nostra storia, al nostro personaggio ed al nostro dramma personale se vi rinunciassimo.

Rischieremmo, forse, perfino di essere felici!

E quanti di noi sono preparati ad esserlo?

ARTICOLI RECENTI

    Lascia un commento