libertà è responsabilità

Libertà è responsabilità. Sembra una contraddizione in termini, eppure è proprio così: più prendo responsabilità nella mia Vita, e più divento libero.

E da cosa, esattamente, mi libero?

DALLE CONSEGUENZE INDESIDERATE DELLE MIE AZIONI.

Ogni azione compiuta ha delle conseguenze, che lo vogliamo o no. Sembra proprio che l’essere umano abbia completamente perso la capacità di essere consapevole di ciò che avverrà dopo che ha formulato un pensiero, e lo ha messo in atto con gesti, parole, decisioni del momento.

Assistiamo a molti fenomeni allarmanti, in cui dei ragazzini pretendono di dettare legge ai professori, ai compagni, al mondo intero. Sicuramente questo atteggiamento è la conseguenza di genitori che non hanno compreso l’importanza di ciò che trasmettono con l’esempio. Sembra che il mondo occidentale, abituato al benessere, stia mettendo in atto un enorme “CHISSENEFREGA” relativo a qualunque cosa non crei un immediato tornaconto personale.

In oriente il concetto di Karma aiuta a comprendere che ogni azione compiuta si riflette in questa vita, ed ha molteplici ripercussioni. Ecco la definizione che ne da l’enciclopedia Treccani:

karma (o kàrman) s. m. [dal sanscr. karma, karman, indost. karm], invar. – Termine che, nella religione e filosofia indiana, indica il frutto delle azioni compiute da ogni vivente, che influisce sia sulla diversità della rinascita nella vita susseguente, sia sulle gioie e i dolori nel corso di essa; sinon. quindi di «destino», concepito però non come forza arcana e misteriosa, ma come complesso di situazioni che l’uomo si crea mediante il suo operato.

In questo periodo un mio familiare ha dovuto attraversare delle traversie burocratiche come conseguenza di una sua azione in cui ha scelto di non prendere responsabilità.

Come funziona il Karma, in questo caso?

Poiché non agisci responsabilmente, sei costretto a ricevere l’insegnamento attraverso un periodo in cui sarai messo alla prova, e tanto più grande è stata la tua “leggerezza” nell’agire, tanto più grande sarà la prova da affrontare e superare per godere nuovamente di ciò che ti è stato tolto come conseguenza delle tue azioni.

Ci sono molte persone che pagano un prezzo altissimo per la loro “leggerezza” e mancata presa di responsabilità, basti pensare a chi guarda il cellulare mentre guida e si trova a danneggiare una o più persone, in modo più o meno grave. Quella che sembra la normalità, data per scontata, di andare in macchina senza prestare la giusta attenzione a ciò che si sta facendo, può sfociare in una tragedia che può rovinare la Vita di più persone, anche del responsabile dell’azione stessa. Ci sono varie conseguenze, che possono ripercuotersi per anni o decenni; ci possono essere intere esistenze che cambiano direzione e si trasformano in qualcosa di completamente diverso.

Se, da una parte, ci può essere la convinzione che siamo nati per apprendere degli insegnamenti ben precisi, e che siamo destinati ad incontrarli sulla nostra strada, dall’altra si può comprendere che la presa di responsabilità è un modo straordinario per vivere la propria Vita, sicuramente più leggero e gioioso.

libertà è responsabilitàUn insegnamento prezioso della nostra cultura recita: “Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te stesso” e, se lo seguissimo, dovremmo porci in continuazione la domanda: “Che conseguenze ha questa mia azione?”.

Ci può essere d’aiuto sapere che, se accettiamo di ritenerci responsabili al 100% di ciò che accade nella nostra Vita (anche dell’imponderabile – cioè di ciò che non dipende da noi), l’Universo intero si prenderà cura di mandarci insegnamenti meno duri, più gradevoli per noi. Se, al contrario, scegliamo di vivere all’insegna del gigantesco “CHISSENEFREGA” dovremo apprendere attraverso lezioni indimenticabili, che lasceranno un segno indelebile.

Cercare di fare del proprio meglio, sapendo che la perfezione non è di questo mondo, per il Bene proprio ed altrui, è un buon modo di spendere il tempo a disposizione su questo Pianeta, lasciando un solco che sarà benedetto anche per le future generazioni.

Colui che è perennemente insoddisfatto, poiché ritiene gli altri responsabili di ogni accadimento, è pieno di rabbia, di rancore, di astio, e non trova pace; e più si lamenta della propria sorte e più riceve motivi per lamentarsi ed essere infelice. Si trova in una trappola e non se ne rende conto: avendo delegato ad altri la responsabilità della propria Vita, non farà mai niente per migliorare se stesso, e non riceverà mai nulla di meglio.

Al contrario, chi sceglie di essere responsabile, si alleggerisce sempre di più, ricevendo continui doni e benedizioni dall’Universo intero.

In che modo si può prendere responsabilità?

Eccone qualcuno.

  • Prendendoti la responsabilità della tua Vita, di andare a cercare i nodi irrisolti della tua infanzia, che fanno sì che tu incontri di nuovo persone di un certo tipo e situazioni dolorose.
  • Rendendoti responsabile della tua felicità, del tuo stare bene anche quando non hai nessuno vicino che ti dimostra che hai valore, che ti dona affetto e stima. Sembra impossibile, eppure milioni di persone sono partiti dalle condizioni più terribili per creare ciò che desideravano per se stessi e per i propri familiari (e sto parlando di amore, rispetto reciproco, contatto e coccole).
  • Diventa responsabile dell’atteggiamento che hai nei confronti degli altri. Più sarai gentile ed in grado di comprenderli, più incontrerai persone gentili, che ti aiuteranno.
  • Renditi conto degli effetti che hanno le tue parole e le tue azioni sulle persone che ti stanno vicine. Smetti di sottovalutare ciò che dicono e prenditi l’onere di comprendere in che modo ciò che fai e che dici le fa rimanere male.
  • Sganciati dai tuoi sensi di colpa ed inizia ad andare verso ciò che ti fa stare bene e che ami fare. Le persone hanno bisogno di riempire il proprio vuoto con le dipendenze più terribili, ma se tu inizi a dare spazio a ciò che sei davvero, ti sentirai sempre più te stesso. Solo se fai questo per te puoi aiutare davvero gli altri.
  • Datti lo scopo di lasciare ogni luogo che frequenti migliore di come l’hai trovato. Crea armonia e pulizia nell’ambiente e dona sorrisi immotivati.
  • Salvaguarda il Pianeta Terra e le specie viventi; consuma solo il necessario e gestisci in modo responsabile i rifiuti, non sprecare, sii parco e moderato.
  • Sii generoso. È splendido vedere gli effetti della propria generosità sui volti degli altri, e sapere di aver fatto del Bene alleggerisce il cuore e l’anima!

Ti sembrerà impossibile riuscire a fare tutto questo, ma “un viaggio di mille miglia inizia con un passo”, ed iniziando a fare dei passi scoprirai quanto è semplice continuare.

Essere libero significa essere leggero, e seguire le proprie inclinazioni naturali, sapendo di aver preso la responsabilità della propria Vita su di Sé.

Di ciò che faccio e dico ottengo le conseguenze, e queste possono essere incredibilmente piacevoli, se ho scelto la strada della Consapevolezza e della responsabilità.

ARTICOLI RECENTI

    Lascia un commento